Erika Cavallini: capi imperfetti per atmosfere da sogno

erika cavallini

Nasce a Crevalcore la vena creativa di Erika Cavallini, una stilista che ha fatto del made in Italy il suo marchio di fabbrica.

Erika Cavallini: Il gusto del Made in Italy

Prodotti che nascono a massimo 30 km dal nucleo produttivo centrale, per dare massima fiducia e sviluppo al territorio italiano. E una forza che viene dal locale, e che dal 2009 cresce grazie all’eccellenza e al know-how di esperti nelle materie prime trattate.

La filosofia del brand nasce infatti dalla conoscenza dell’artigianato e dall’attenzione alle materie prime, ai tessuti, ai dettagli  e alla ricerca. Del nuovo, certo, ma anche del vecchio, inteso come storia del passato e ricerca del gusto vintage.

Sono infatti i dettagli, i “piccoli errori intenzionali”, a rendere unici i prodotti firmati Erika Cavallini. Un lifestyle originale che riesce a mescolare un gusto moderno con atmosfere eteree e sognanti, uno spirito romantico e la nostalgia per epoche trascorse, eppure vicine nello stile e nel ricordo. Soprattutto, ciò che contraddistingue gli abiti del brand, è la sua eleganza senza tempo.

Un marchio “glocal”

Il brand, oggi distribuito da Milano a Tokyo, da Mosca a Londra, da Seoul a Copenhagen, nasce in realtà da un team affiatato composto da giovani e capace di crescere, al punto che la brand manager è in realtà un’ex modella di Erika Cavallini. Ma la vera forza sta in una scelta coraggiosa: la capacità di limitare la produzione: “solo” 50 mila pezzi l’anno, per consentire una personalizzazione quasi estrema. Un esempio? I jeans realizzati con passamaneria, bottoni e spille diversi fra loro e da capo a capo. Non esiste un capo identico all’altro.

Lo spirito del brand? “Atmosfere perdute, sensazioni da far riscoprire. Come indossare capi in crêpe-de-chine per il giorno, rielaborare l’idea del gioiello vintage portando la stessa luce su accessori quali colletti o broche in tessuto. Le spille-fiore, che faccio realizzare da una bravissima artigiana, sono un mio culto”.

E in ultimo, l’imperfezione che rende i capi unici. Ogni giacca porta su di sé qualcosa d’imperfetto, anche quando sono costruite ad arte. Erika non ha dubbi: “Solo con un leggero sbaglio l’eleganza ridiventa attuale”.

More Images

erika cavallini
erika cavallini
erika cavallini
erika cavallini
erika cavallini
erika cavallini
erika cavallini
erika cavallini